Home

Collocata tra i 600 e i 750 metri s.l.m., la frazione del comune
di Toano è situata su di un crinale delimitato a nord-est dal
fiume Secchia e a sud-ovest dal fiume Secchiello; l’antico
nome del paese deriva dal latino “Cirellium” che significa
luogo rigoglioso di boschi di cerri. Nel secolo XII cambiò il
nome in “Cerelio”, nel XVI sec. in Cereto Verabino, fino
all’attuale nome.
Diventato autonomo già dall’epoca feudale, la frazione compare
in un documento datato 1218, del comune di Reggio quando
la città cercava aggregati per il Comune sottoscrivendo ungiuramento di fedeltà.

Se la Chiesa di San Prospero sta recuperando la sua antica
bellezza è grazie ad un finanziamento statale e alle offerte dei
parrocchiani e di alcune aziende, che hanno permesso l'avvio
dei primi interventi.
Il consiglio per gli affari economici ed il parroco don Raimondo
Zanelli stanno credendo in questa impresa, fiduciosi di arrivare
alla conclusione dei lavori, nonostante i problemi che si sono
avvicendati, in particolare quelli economici e burocratici.
Certamente la costruzione di un nuova chiesa poteva essere
la strada più facile e certamente comportava spese più
ridotte,ma l'attaccamento e l'amore per l'arte, la cultura e la
storia, ha fatto in modo che si arrivasse a quello che abbiamo
fatto.
Prima di tutto per il rispetto di quelli che ci hanno preceduto,
che nonostante le loro condizioni e lo stato di benessere molto
arretrato, avevano un più profondo "credo" per quello che
sono riusciti a realizzare.
Oggi nel terzo millennio, dove tutto si basa sul ritmo frenetico
del correre, può essere confortante sapere che in una piccola
comunità formata per lo più da anziani, dove i giovani sono
costretti al pendolarismo per motivi di lavoro, ci si stia dando
da fare per la salvaguardia del patrimonio artistico e culturale
della propria terra.

Associazione il Verabolino - Cerrè Marabino - Toano (RE)

Data pubblicazione  March 25th, 2017